Ignora collegamenti di navigazioneHome > Sisma > Piano di ricostruzione


Le tappe per arrivare al Piano di Ricostruzione


La “Disciplina relativa alle linee di indirizzo strategico e piani di ricostruzione di cui agli art. 2, comma 12 bis e art. 14, comma 5 bis del D.L. 28.4.2009 n. 39, convertito con modifiche dalla legge 24.6.2009 n. 77, approvata con decreto del Commissario Delegato per la ricostruzione-Presidente della Regione Abruzzo, del 9.3.2010 n. 3, stabilisce all’art. 6 la Procedura di approvazione dei Piani di Ricostruzione, a mente della quale:

1. Il Sindaco, entro trenta giorni dalla pubblicazione dell’atto di perimetrazione di cui all’art. 3, definisce e rende note, attraverso la pubblicazione, le proposte di ambiti da assoggettare ai piani di ricostruzione.
La pubblicazione vale anche come invito ai densi dell’art. 7, comma 10 dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3820/2009 e sue successive modifiche ed integrazioni.

2. Il Sindaco, fatto salvo quanto previsto dall’art. 8, pubblica, per le finalità ed ai sensi degli art. 4 e 5, un avviso con il quale richiede ai proprietari interessati, singolarmente o in forma associata, di presentare proposte di intervento per i propri immobili, nel termine di 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso stesso.

3. Il Sindaco acquisite le proposte, verifica l’ammissibilità delle stesse, ne effettua la valutazione e predispone le proposte di piani di ricostruzione e i relativi piani finanziari.


Le proposte di aggregato dovranno essere sottoscritte da tutti gli aventi titolo ovvero dal responsabile del costituendo consorzio cui è stata conferita apposita delega di rappresentanza.
Le proposte di intervento sugli aggregati, presentate ai sensi dell’art. 6, comma 23 del Decreto Commissariale n. 3/2010 dovranno essere conformi alle “Linee Guida alla formazione delle proposte di intervento”

I proprietari degli aggregati autorizzati potranno costituirsi in Consorzi secondo la disciplina di cui al Decreto n. 12 del 3.6.2010 - Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell’art. 7 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio 12 novembre 2009, n. 3820 e ss. Mm. Allegato 1 e Allegato 2.

In buona sostanza il Piano di Ricostruzione, nei suoi contenuti tecnici, è dato dall’armonizzazione tra il quadro di riferimento iniziale elaborato dal Comune di concerto con la Struttura Tecnica di Missione e le proposte, valutate ed eventualmente riviste, inoltrate dai “proprietari” in forma singola o associata interessati a promuovere, con il proprio contributo progettuale, la ricostruzione dell’ambito perimetrato dal Piano di Ricostruzione.

Nelle more del procedimento di formazione del Piano di Ricostruzione, il Comune di Ocre ha la facoltà di consentire lo stralcio e l’immediata esecutività di eventuali interventi che, seppure ricadenti all’interno della perimetrazione, in ragione delle caratteristiche strutturali, tipologiche ed urbanistiche degli immobili, possono essere motivatamente e documentalmente attuati indipendentemente dagli ambiti.


Le informazioni per la predisposizione delle proposte di intervento e la formazione dei piani di ricostruzione, nonché i riferimenti cartografici potranno essere acquisiti contattando l'Università di Camerino  al seguente indirizzo: sad@comunediocre.it.

Le informazione circa gli adempimenti da svolgere per la costituzione dei Consorzi potranno essere richieste presso l’Ufficio Segreteria del Comune di Ocre.

Ricostruzione
I villaggi MAP
Foto del disastro
Solidarietà
Ringraziamenti